Come si prende in braccio un neonato step by step

Aggiornato il: mag 3

Una mamma sa istintivamente come tenere un neonato in braccio, ma spesso ci sono delle insicurezze da parte dei neo-genitori. Bisogna sorreggere la testa? E se lo tengo troppo stretto? Non bisogna farsi prendere dal panico: tenere in braccio il neonato significa anche infondergli sicurezza e senso di protezione.

Per almeno otto settimane dopo la nascita, la testolina ha bisogno di un sostegno in modo che non cada indietro o di lato. La mano della mamma va a sostenere il collo. Sostieni sempre la testa e il collo del bambino, in modo che appoggi tra avambraccio e gomito. Tieni l'altra mano a coppa sotto le anche e il sedere del bambino. Ora puoi farlo dondolare gentilmente. Con il neonato disteso, tieni le mani sotto a collo e testa. La sua muscolatura non ha la forza sufficiente per sostenere da sola il peso della testa. Inoltre, il neonato per istinto si sente sicuro se lo sostenete saldamente sotto la testa, visto che ha una innata paura di cadere e ricerca costantemente il contatto con la mamma o il papà. Come tenere correttamente il neonato? Una mano regge il sederino, mentre l'altra sostiene la schiena. La testa è appoggiata sulla spalla. E camminando, lui si tranquillizza. Potete sistemare entrambe le mani dietro a testa e collo del bambino. Tenete il bambino davanti a voi, e divertitevi sorridendogli e facendogli le smorfie. Metti una mano sotto al collo e l'altra sotto al sederino. Se dovi passare il bambino in braccio all'altro genitore, questo dovrà mettere la mano sotto alla mano che tiene il sederino. L'altro toglie la mano lentamente. Ora si fa il cambio anche con la mano che sostiene il collo. Con questo metodo si può anche mettere il bambino a letto. Attenzione: tenete saldamente il bambino e fate lentamente lo scambio. L'alternativa è: i pollici sotto le ascelle e le mani che sostengono la testolina. Il sederino è sostenuto da una mano di papà, il collo invece dall'altra mano. E per completare il tutto, perché non cullarlo un po' a destra e a sinistra? Tenere in braccio un neonato è davvero calmante, per lui e per te. È il momento adatto per cantare, leggergli qualcosa e intrattenerlo finché non arriverà l'ora di mangiare, cambiare il pannolino o fare un riposino. E' l'ora del bagnetto! Per il bagno c'è un segreto: utilizzate un catino. Così mamma e papà si sentiranno più sicuri e il bimbo non rischia di scivolare. Il trucco in questo caso è: una mano sostiene le spalle del bambino e la testolina è appoggiata saldamente sul braccio. Per almeno otto settimane dopo la nascita, la testolina ha bisogno di un sostegno in modo che non cada indietro o di lato. La mano della mamma va a sostenere il collo.


0 visualizzazioni
  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle