Neomamme: consigli per far dormire un neonato!

Aggiornato il: mag 22


Mamma, sei appena rientrata a casa dall’ospedale dopo aver partorito e… la realtà non è proprio come te l'immaginavi! Tuo figlio dorme pochissimo e tu insieme a lui?! Tutti sanno tutto, ti danno 1.000 consigli e non sai a chi dare ascolto?


Vorresti conoscere dei segreti che utilizzo per far dormire un neonato?

Come fotografa newborn incontro e parlo tutti i giorni con neomamme che si trovano a fare i conti con una realtà ben diversa da quella che si aspettavano! Il loro bimbo dorme pochissimo e loro insieme a lui!


Per realizzare un servizio fotografico newborn è imprescindibile che il neonato debba dormire; ecco perchè nel corso degli anni ho imparato mille accortezze per farli addormentare!

 Ed è per questo che mi sento di condividere con tutte voi che state per diventare mamme o con coloro che lo sono appena diventate…


Tre consigli per far addormentare un neonato!

Già esiste un ABC molto elementare che crea le basi per far addormentare velocemente qualsiasi neonato che, ovviamente, non abbia alcun problema di salute e che non stia già soffrendo delle fastidiose colichette!


Prima Regola: Pancia piena!

Ma va?! Lo so sembra scontato ma non lo è affatto! Una neomamma non ha mai allattato e si sa, “nessuno nasce imparato”! Ecco perchè spesso si fa l’errore di non svuotare completamente il seno.


“Il latte che esce dal seno materno all’inizio della poppata è ricco di acqua, proteine e zuccheri. Via via che la poppata procede, il latte che esce, conterrà sempre di più una quota maggiore di grassi.

E’ importante che il bambino arrivi ad assumere questo latte ricco di grassi e di calorie. Per questo motivo, si suggerisce di far finire il primo seno al bambino, prima di passarlo all’altro seno”.


I neonati dormono solo se sono sazi e finchè non hanno di nuovo fame. Un latte più grasso favorisce un maggior senso di sazietà e, di conseguenza, un sonno più lungo. Quindi, prima di qualunque altra cosa, assicurati che il tuo bimbo mangi bene!


Seconda Regola: No al Silenzio!

Esattamente! I neonati non amano il silenzio! Perchè?

Perchè finché sono stati nel pancione non sono MAI stati in silenzio!!


“Nell’utero materno i neonati, oltre a sentire i suoni ovattati dall’esterno, erano abituati al rumore del sangue che scorre verso la placenta!


Ecco perchè i neonati odiano il silenzio e dormono più facilmente se ascoltano i famosi RUMORI BIANCHI.”


Il rumore bianco per neonato è un suono familiare e ripetitivo che lo aiuta a rilassarsi e ad addormentarsi.


Che sia il rumore della cappa della cucina accesa, il suono del phon o dell’aspirapolvere questi suoni costanti e ripetitivi hanno il potere di eliminare quelli sgradevoli concentrandosi su quelli piacevoli. Il brusio di sottofondo durante una cena in una sala di un ristorante piena?! E’ un suono che, contrariamente a quello che possiamo immaginare, allieta e aiuta il sonno dei piccoli. Quali sono in natura i rumori bianchi? La pioggia o le meravigliose cascate d’acqua fresca in montagna. La caratteristica primaria del rumore bianco è la sua ripetitività che aiuta il cervello a ignorare le frequenze sgradevoli rilassando il corpo e anche la mente.


Il pediatra Harvey Karp, sostiene che i rumori bianchi sono gli stessi che i neonati ascoltavano nel grembo alla propria mamma.

Uno studio scientifico su dei neonati dimostra che i neonati ai quali viene fatto ascoltare del rumore bianco hanno più del triplo delle possibilità di addormentarsi in 5 minuti rispetto ai bambini non sottoposti quel rumore. In molte occasioni possono realmente salvare i genitori che, dopo vari tentativi, non riescono a calmare il neonato agitato. Il vostro bimbo ha mangiato, ha il pannolino pulito, non ha colichette o rigurgito, ha sonno ma continua a piangere disperato?! Provate ad accendere un phon! Come per magia il vostro bambino riuscirà a ritrovare la tranquillità e pochi istanti dopo probabilmente anche il sonno.


Quindi, come potete riprodurre i Rumori Bianchi senza spendere una fortuna in elettricità lasciando acceso per ore il phon o l’aspirapolvere?!


Si può usare anche una app , io uso "DON'T CRY MAY BABY" , un utilissimo dispositivo che emette VARI SUONI che ricorda al bambino quando era dentro la madre dove c’erano svariati rumori.

In alternativa esistono diverse app scaricabili gratuitamente. La più efficace, secondo me, è “Don’t Cry My Baby”! Qualunque strumento voi scegliate di usare, ricordatevi sempre che, se il vostro bimbo urla disperato,

il volume del dispositivo deve essere maggiore di quello del suo pianto! Il neonato, per così dire, non deve essere in grado di ascoltare il proprio pianto; successivamente diminuirete il volume una volta che il bambino si è calmato!


Terza Regola: Fasciate il vostro bimbo!


Un neonato non ama sentirsi completamente libero di muoversi! Perchè? Perchè per 9 mesi ha vissuto in uno spazio ristrettissimo, l’utero materno!

Quel meraviglioso senso di “libertà” che rende noi adulti così felici per lui è una sensazione nuova e strana, per niente amata. Il concetto di “spazio” è qualcosa di assolutamente sconosciuto!

Un bimbo piccolo ha costante bisogno e necessità di sentirsi avvolto, contenuto, coccolato e protetto dall’ambiente esterno. Ha bisogno di ritrovare il senso di “contenimento” al quale era abituato!

Come aiutarlo? Fasciandolo!

La spiegazione “scientifica” ha a che fare, appunto, con il concetto di contenimento: chiusi dentro a una copertina o a un lenzuolino ed impossibilitati a muovere gli arti, con i confini abbastanza limitati intorno, i bambini, che per nove mesi hanno vissuto nello spazio ristretto dell’utero materno, si sentono al sicuro, confinati. Vedono restringere il loro campo d’azione e si rassicurano.

“Vuoi terrorizzare un neonato? Fai una prova! Appoggialo sul fasciatoio libero come l’aria, con la possibilità di muovere le braccia e gambe e stai sicura che il bambino si spaventerà"

La fasciatura lo rassicura, lo contiene, gli dona benessere e pace.

Ecco perché i bambini fasciati dormono meglio, utilizzano il calore generato dalla fasciatura per sconfiggere piccoli dolori (le coliche appunto) e sono più tranquilli.

Ed è per questo motivo che la fasciatura (o wrapping) è una tecnica utilizzatissima dalle fotografe newborn professioniste di tutto il mondo!!

Esattamente mamma! Se vedi tantissime fotografie artistiche di neonati fasciati è proprio per questo motivo!

Nell’ambito della fotografia di neonati la tecnica del Wrapping è utilizzata per aiutare il neonato a fare un "ritorno" nel mondo caldo, morbido e rassicurante dell’utero materno.

No, non è costrizione, ma contenimento!! Per il neonato è una sensazione piacevole e rilassante; per questo motivo noi fotografe newborn utilizziamo tantissimo le fasciature! Vuoi saperne di più?

Ma tu mamma, che non devi fare una fasciatura artistica, come puoi fasciare il tuo bimbo per aiutarlo a rilassarsi?!

Per farlo è sufficiente un lenzuolino in cotone o una copertina leggera.

È fondamentale utilizzare un tessuto non troppo pesante, anche nei mesi invernali, per evitare che chiuso nel suo sacco il bambino posso sudare troppo. Ed è importante, anche, che il materiale sia naturale o che, comunque,

 a contatto con la belle delicata del bimbo, non la irriti.

Il neonato così fasciato si sentirà protetto e coccolato, si rilasserà e si addormenterà! :-)

0 visualizzazioni
  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle